Omicidio Iacconi, interrogato uno dei maggiorenni

VIAREGGIO - Interrogato questa mattina in commissariato a Viareggio uno dei due giovani maggiorenni indagati nell'ambito dell'inchiesta sull'omicidio di Emanuele Iacconi.

-

Erano previsti stamani gli interrogatori dei due maggiorenni coinvolti insieme ad altri due minorenni (attualmente nel centro di accoglienza per minori di Roma e Torino) nell’aggressione avvenuta il 31 ottobre in via Coppino in Darsena che è costata la vita a Emanuele Iacconi, 34 anni. L’accusa per i due minorenni è di omicidio e tentato omicidio, mentre i due maggiorenni sono indagati a piede libero per omicidio e tentato omicidio in concorso.
Stamani è stato interrogato in Commissariato a Viareggio dall’ispettore Lucio Chelotti, capo dell’anticrimine, il diciottenne difeso dall’avvocato Massimo Landi. Il ragazzo ha risposto alle domande formulate, non è stato riferito cosa sia emerso dal colloquio tra il giovane e gli inquirenti. L’altro diciottenne, difeso dall’avvocato Laura Maria Bitonte, verrà ascoltato dopo Befana in quanto non era presente il suo legale.
Intanto i due minorenni, che dopo il Natale trascorreranno anche San Silvestro nel centro di accoglienza, saranno interrogati dopo l’Epifania. Per ora si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Da quando si trovano nei centri di accoglienza hanno ricevuto diverse visite da parte dei propri familiari.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento