Province, presidio permanente dei lavoratori

LUCCA - Anche i dipendenti della Provincia di Lucca si sono uniti alla mobilitazione dei colleghi di tutta Italia, alcuni dei quali hanno addirittura occupato gli stabili.

-

Il presidio è cominciato e andrà avanti ad oltranza, fino a quando non avranno risposte certe sul loro futuro. Anche i dipendenti della Provincia di Lucca si sono uniti alla mobilitazione dei colleghi di tutta Italia, alcuni dei quali hanno addirittura occupato gli stabili. Sul piatto ci sono oltre 200 posti di lavoro che a causa della legge di stabilità rischiano di rimanere senza occupazione a causa dei tagli lineari e dell’impossibilità per gli altri enti locali di riassorbirli dopo lo svuotamento progressivo della Province.
In attesa del maxiemendamento che potrebbe risistemare le cose, i dipendenti della Provincia avevano chiesto l’intervento dei parlamentari locali. Il senatore del PD Andrea Marcucci ha diffuso una nota: “Nessun rischio di perdere il lavoro per i dipendenti delle Province. Con la legge di stabilità parte un piano di ricollocazione del personale verso altri enti pubblici, comprese le agenzie e le università”. Non resta che attendere.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento