Gesam Gas lotta ma cede a Battipaglia

BASKET A1 DONNE - Le Mura lotta in modo strenuo sul parquet delle campane ma alla fine esce sconfitta di misura (72-69). Una battuta d'aresto che rimette tutto in gioco in chiave poule-scudetto. E domenica trasferta quasi proibitiva a Ragusa.

-

 

Il Gesam Gas Le Mura si presenta a Battipaglia con l’ardore e lo spirito di chi sa di giocarsi una bella fetta di qualificazione ai playoff. Entrare tra le prime otto rischia infatti quest’anno di essere meno semplice del previsto e allora bisognerebbe violare il campo molto caldo delle salernitane. In effetti la squadra di Diamanti in completo rosso gioca una gara gagliarda e puntigliosa anche se non riesce sempre ad esprimersi in modo compiuto. E completo. Troppi errori al tiro e poco peso sotto canestro coi rimbalzi che sono territorio di caccia delle padrone di casa. Sono questi i limiti oggettivi che in fin dei conti costano cari, anzi carissimi, alle biancorosse. E pensare che nonostante tutto ciò, e qui aumenta il rimpianto, ne scaturisce una partita giocata sul filo del rasoio: punto a punto. I parziali sono emblematici: 19 pari al primo quarto, 39-40 per Lucca all’intervallo lungo a testimoniare l’assoluto equilibrio. Solo nel terzo quarto Battipaglia riesce a prodursi in un minimo allungo che però sarà decisivo. Vincono le campane 72-69 che tornano in lizza per un posto al sole mentre il cammino del Le Mura si complica terribilmente. Diamo infatti uno sguardo alla classifica che al di là delle prime due propone grande equilibrio con almeno cinque squadre in lotta per tre posti. Oltre a Battipaglia come vediamo è rientrato anche Vigarano che ha clamorosamente battuto e spezzato l’imbattibilità stagionale di Ragusa. Già, la capolista che sarà il prossimo avversario di Crippa e compagne. Domenica si gioca in Sicilia ed è facile intuire che, anche alla luce della voglia di riscatto che animerà le biancoverdi siciliane, il compito di Lucca pare arduo, per non dire quasi proibitivo. Ma provarci in qeusti casi davvero non costerà nulla.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento