I medici di guardia chiedono più sicurezza

PROV. LUCCA - Qualche giorno fa una dottoressa è stata aggredita ad Altopascio durante il servizio di medico di guardia. Oggi la categoria dei medici rivolge un appello alle istituzioni.

-

Qualche giorno fa una loro collega è stata aggredita ad Altopascio durante una visita notturna, ma questo è solo l’ultimo caso di una lunga serie di episodi che hanno visto sfortunati protagonisti i medici di guardia medica in servizio nella Piana di Lucca, Valle del Serchio e Versilia. Per portare l’attenzione all’opinione pubblica, l’ordine dei medici presieduto da Umberto Quiriconi ha organizzato una conferenza stampa. Le criticità affrontate dalle guardie mediche sono almeno tre: gli ambulatori sono spesso situati in luoghi poco illuminati e senza sorveglianza (per esempio all’ex Campo di Marte), le auto per le visite a domicilio non hanno scritte o loghi riconoscibili, così come gli abiti dei medici. L’appello a risolvere queste situazioni va alle Asl. Alle forze dell’ordine i medici chiedono attenzione.

L’ordine dei medici ha richiesto al Prefetto di Lucca un incontro urgente per illustrarle i problemi e affinché si faccia portavoce di queste dottori, molto spesso giovani e donne.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento