Martedì grasso da rivedere

VIAREGGIO - Molte le lacune dell'esperimento della festa di martedì grasso organizzata alla Cittadella del Carnevale. Tanta gente ma traffico in tilt e problemi con i collegamenti RAI.

-

Va in archivio il primo esperimento della festa di martedì grasso alla Cittadella del Carnevale. Era una delle grandi novità di questa edizione, un modo per consentire ai viareggini di avere comunque una festa pur senza la sfilata dei carri e allo stesso tempo poter realizzare ugualmente la tradizionale diretta RAI. Ma come tutte le prime i problemi sono stati numerosi, e in futuro, se si deciderà di ripetere l’iniziativa, andranno ponderati con largo anticipo. Molta la gente accorsa, ma non tanta da giustificare il caos di tutte le strade intorno alla Cittadella bloccate dalle auto parcheggiate un po’ ovunque, senza pattuglie di vigili che regolassero in qualche maniera gli accessi .Altro inconveniente l’impossibilità di trasmettere l’audio della diretta televisiva, con il risultato che, chi si trovava sotto il palco, non riusciva ad interagire minimamente con i protagonisti. La cosa che più di ogni altra è però saltata all’occhio è che il Carnevale di Viareggio sta tutto nella grandezza dei suoi carri: stupendi nella cornice naturale della Cittadella e che hanno regalato uno spettacolo incredibile grazie anche ad una giornata veramente primaverile. Un esperimento dunque, che in tempi di ristrettezze economiche che sicuramente si ripresenteranno anche il prossimo anno, val la pena di essere perfezionato. Certo è che la Passeggiata è tutta un’altra cosa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento