A lezione di rii e torrenti.

BORGO A MOZZANO - Un comprensorio unico, costituto da tanti ambienti diversi: parte dalla Valle del Serchio il progetto di educazione ambientale che il Consorzio di Bonifica rivolge agli alunni del comprensorio

-

Il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, che proprio in queste settimane compie il suo primo anno di vita, è costituito da un territorio molto ampio e articolato, dalle caratteristiche ambientali uniche.  Parte da questa consapevolezza il progetto didattico che il Consorzio propone agli alunni delle scuole del comprensorio: un piano formativo che per l’anno scolastico 2015 vedrà coinvolte ben dieci classi di Lucca, Appennino Pistoiese, Versilia, Pisano, Massa e Lunigianae che nei prossimi giorni prenderà il via proprio dalla Valle del Serchio. Prima parte dell’iniziativa sarà intrapresa da gli alunni di una prima dell’istituto comprensivo di Borgo a Mozzano.Gli alunni approfondiranno infatti lo studio (dal punto di vista ambientalistico, naturalistico e storico-sociale) di due torrenti – il Fulignana e il Socciglia – che scorrono vicino all’istituto. Lo faranno con una lezione in classe e con una visita guidata direttamente sui rii.  Ma c’è di più. Ogni classe avvierà da subito uno stretto collegamento coi ragazzi di un altro istituto coinvolto nel progetto: nel caso di Borgo a Mozzano, gli alunni lavoreranno gomito a gomito con una classe prima della scuola media di San Vito, nel comune di Lucca, impegnata a sua volta nello studio del locale Condotto pubblico e della rete irrigua connessa. Tra Borgo a Mozzano e San Vito si verrà così a creare una sorta di vero e proprio “gemellaggio idraulico”: i ragazzi del Borgo faranno da piccole guide ai compagni lucchesi, quando insieme visiteranno il Fulignana e il Socciglia; e gli alunni di San Vito ricambieranno “la cortesia”, quando si tratterà di effettuare il sopralluogo congiunto sul Condotto Pubblico.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento