A caccia di Ucci sulla terra dell’Adriatico

MOTORI - Si corre venerdì e sabato il 22esimo rally dell'Adriatico, terza prova del Cir 2015. Dopo il perentorio successo di Sanremo Paolo Andreucci è il logico e grande favorito. Basso, Scandola e Perico proveranno ad insidiarlo. Folta la pattuglia di piloti lucchesi al via.

-

 

Sono 68 gli iscritti alla bella ma insidiosa corsa marchigiana che scatterà domani (venerdì) dal Lago di Cingoli, in provincia di Macerata. Due le prove speciali nella prima giornata che vanno sommate alla 9 in programma sabato per un totale di 11 tratti cronometrati. Il cast dei protagonisti è il solito con Andreucci nel ruolo indiscusso di uomo da battere. Proveranno a contrastarlo i soliti Basso, Scandola, Albertini e Perico. Folta la pattuglia degli equipaggi lucchesi al via. Ricordiamo: Caldani-Farnocchia, Ciava-Ciucci col navigatore che taglia il traguardo dei 100 rally; Panzani-Baldacci; Pisani-Manfredi e Martinelli-Brugiati. E’ anche la prima gara stagionale su terra e quindi c’è molta curiosità per capire quale e quanto sia effettivamente il gap che divide l’otto volte campione italiano Andreucci dagli altri.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento