Lucchese rimaneggiata ma pronta al riscatto

CALCIO LEGA PRO - La Lucchese ha ripreso la preparazione. Sabato i rossoneri chiuderanno il campionato sul campo del Pro Piacenza. Daniele Ferretti promette il massimo impegno ma Galderisi sarà privo di alcune pedine fondamentali.

-

5_5_15_ Lucchese

Ritrovarsi dopo l’ennesima sconfitta di un finale di campionato che nessuno osava immaginare così negativo. Dopo aver ottenuto la salvezza con largo anticipo la Lucchese si è infatti smarrita, ha perduto la giusta concentrazione e sono fioccate così, una dietro l’altra, prove altalenanti e talvolta deludenti. L’unico tiro in porta della disgraziata partita contro la Reggiana porta la firma di Daniele Ferretti. Per impegno e cuore il popolare “Spruzzino” è parso tra i pochi, se non addirittura l’unico, a meritare la sufficienza. Sabato c’è la trasferta di Piacenza e sarebbe necessario interrompere la pericolosa emorragia di sconfitte.

Partita che Galderisi, che per problemi personali rientrerà a Lucca solo mercoledì, dovrà preparare conscio di una situazione di quasi emergenza. Sono infatti fuori causa per squalifica i vari Nolè, Pagano e Forte, e ci sono inoltre da avlutare le condizioni fisiche di Mingazzini. Chiaro che di questo passo le scelte saranno obbligate, o quasi. Intanto sulla vicenda dell’impianto di illuminazione del porta Elisa il Comune in queste ore ha affernato che tutto andrà a posto tranquillizzando, chissà, anche il presidente della Lucchese Andrea Bacci che proprio nella giornata di lunedì aveva manifestato qualche perplessità sulla rapidità dei tempi e di effettuazione dei lavori che ricordiamo sono quantomai urgenti ed improrogabili per consentire alla Lucchese di giocare sul proprio campo le gare del prossimo anno.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento