Ragazzi a scuola di diritti umani con Amnesty International

LUCCA - Il gruppo lucchese di Amnesty International ha organizzato questa mattina un incontro tra gli studenti della scuola media Custer de Nobili e due migranti che arrivano dall'Eritrea e dell'Iraq.

-

 

Sono scappati dalla guerra, hanno affrontato il viaggio della speranza e conoscono bene le storie di chi in mare muore ogni giorno. Sali e Karim sono due migranti che arrivano dall’Eritrea e dall’Iraq; in questi giorni stanno girando l’Italia con Amnesty International nell’ambito di un ciclo di incontri sui diritti umani. A Lucca hanno parlato agli studenti della Scuola Media Custer de Nobili che nel corso dell’anno scolastico insieme agli esperti di Amnesty International e dei loro insegnanti hanno affrontato il tema dell’immigrazione e dei diritti internazionali. E infatti i ragazzi non si sono limitati ad ascoltare, ma hanno partecipato attivamente ponendo delle domande ai due testimoni.

Mentre in questi giorni si moltiplicano gli sbarchi in Italia, ma soprattutto le morti in mare, Amnesty International sta insistendo sull’unica soluzione possibile: la realizzazione di un canale legale per l’immigrazione in Europa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento