Versilia, primi risultati di “Mare sicuro”

FORTE DEI MARMI - In occasione della presentazione dei dati della prima parte di 'Mare sicuro 2015', la Capitaneria di Porto ha promosso una simulazione di salvataggio in mare alla 'Spiaggia dei bambini' di Forte dei Marmi.

-

 

Si è svolta questa mattina presso la “Spiaggia dei bambini” una simulazione di salvataggio in mare, promossa e coordinata dalla Capitaneria di Porto di Viareggio, in collaborazione con l’amministrazione comunale, l’unione proprietari bagni e gli stabilimenti balneari “Acali” e “Arturo”. La manifestazione rientrava nell’ambito dell’operazione “Mare sicuro 2015”, svolta in tutta Italia e coordinata in Toscana.

In riva al mare era presente il sindaco Umberto Buratti, insieme ai  bambini della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado frequentanti i centri estivi, che hanno potuto osservare da vicino le operazioni di salvamento.
Di seguito, sono stati presentati i risultati dell’operazione “Mare sicuro 2015”, conseguiti  fino ad oggi.

Nel periodo di riferimento (dal 22 giugno ad oggi), sono stati 338 i controlli effettuati lungo le coste viareggine e versiliesi dagli uomini in divisa bianca ad unità da diporto, barche da pesca e da traffico. Ai diportisti virtuosi, in regola con documenti e dotazioni di bordo, sono stati rilasciati già 153 bollini blu, grazie ai quali eviteranno di massima ulteriori controlli di routine.I marinai della Guardia Costiera hanno anche verificato che gli stabilimenti balneari e le postazioni dei bagnini, da Viareggio a Forte dei Marmi, rispettassero la nuova ordinanza di sicurezza balneare n° 71/2015 emanata il 19 maggio scorso: più che soddisfacente la situazione riscontrata.

Gli illeciti amministrativi sono stati complessivamente 107, 2 invece i reati contro ignoti per inquinamento ambientale e per i quali sono ancora in corso accertamenti. Le irregolarità amministrative hanno riguardato in particolare: mancanza di documenti e dotazioni
di bordo, navigare nella fascia dei 300 metri riservata alla balneazione, violazioni all’ordinanza di sicurezza balneare, violazioni in materia di pesca e violazioni in ambito di viabilità portuale.  Importanti e significativi i risultati sul fronte del soccorso in mare: 36 gli interventi effettuati e 17  le persone aiutate. I decessi sono stati 5, ma solo 2 riconducibili ad ipotesi di annegamento: negli altri casi si è trattato di malori in spiaggia.

Nel weekend di Ferragosto saranno ben 19 i miliari in servizio, sulle spiagge ed in mare; presso la sede distaccata in Piazza Palombari dell’Artiglio sarà aperto, dalle 9 alle 12, anche l’ufficio “INFO POINT” per le esigenze dell’utenza. La Capitaneria coglie l’occasione per raccomandare la massima prudenza in mare e per ricordare, in caso di emergenza, il numero blu gratuito da telefono fisso o cellulare 1530.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento