Lucca, l’Erp cerca soldi da Stato e Regione per evitare le banche

LUCCA - 4200 alloggi popolari da gestire in Provincia di Lucca e una lista di attesa nel comune capoluogo di 650 famiglie. Questi i numeri forniti da Francesco Franceschini, presidente dell'Erp, l'Edilizia residenziale pubblica, di Lucca, ospite della trasmissione "Buongiorno con noi".

-

L’Erp deve far fronte ad un’accresciuta domanda di alloggi agevolati e contemporaneamente deve condurre i lavori di manutenzione degli edifici. Franceschini vuole evitare il ricorso alle banche per finanziare i lavori e chiede sostegno a Regione e Governo.

L’affitto mensile di un alloggio popolare varia da 46 euro a circa 150 – 200 euro, a seconda del reddito dichiarato.
Franceschini ha detto di aver intrapreso una dura lotta per scovare i furbi che non pagano pur avendo i soldi per farlo, la cosiddetta morosità colpevole. Sui tanti casi di occupazione abusiva a Viareggio il presidente di Erp invece chiede soluzioni politiche per quelle famiglie subentrate pur senza diritto ad un parente che però hanno continuato a pagare l’affitto.

Sul caso del quartiere Giardino a Lucca, pur chiarendo che le scelte spettano al Comune, Franceschini ha detto di comprendere la decisione di non abbattere la cosiddetta “Stecca” per poterla trasformare in alloggi per l’emergenza abitativa.

Infine, i lavori in corso. Sono in fase di ultimazione nuovi alloggi a Coreglia e Torre del Lago. Ma Franceschini ha lanciato un allarme particolare per la straordinaria manutenzione del quartiere Lenci a Viareggio, dove alcuni edifici hanno problemi in particolare sulla stabilità delle scale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento