I 100 giorni di Baldini alla Lucchese, risolto il contratto

CALCIO LEGA PRO - Ormai Francesco Baldini non è più l'allenatore della Lucchese. Quattro sconfitte consecutive pesano come macigni. il presidente Bacci ha deciso di cambiare. Entro poche ore l'annuncio del nuovo tecnico rossonero. Oggi la squadra non si è allenata: mercoledì doppia seduta. Sabato c'è la delicatissima trasferta di Rimini.

-

Indipendentemente da come finirà, e tutto lascia supporre che sarà divorzio, il Baldini-2 alla Lucchese non è stata finora avventura troppo fortunata. Annunciato a fine maggio e presentato ai primi di luglio (era il 9) il 41enne tecnico di Massa iniziò a lavorare a metà luglio e il 20 dello stesso mese salì nel ritiro di Gorfigliano. Conti alla mano sono trascorsi 100 giorni tondi dal ritiro in Alta Garfagnana e da allora di acqua ne è sposata sotto i ponti tra poche soddisfazioni e parecchi problemi. E pensare che dopo lo 0-3 di Ferrara con la Spal, ma ci poteva anche stare visto il valore degli estensi non a caso capoclassifica, la Lucchese targata-Baldini era parsa sulla strada buona. Prima il netto 3-0 sulla Lupa Roma poi mostratasi ben poca cosa, ma anche l’1-1 di Macerata dove la Pantera meritava anche di vincere. Ed oggi la Maceratese è seconda in classifica. Ma anche lo 0 a 0 in noturna con il Siena, dove Nolè & C. disputarono un’ottima gara e fecero un figurone, aveva illuso che la Lucchese ci fosse. Ed invece ottobre si è confermato un mese nero, anzi nerissimo per le sorti della Lucchese incappata in quattro sconfitte consecutive: dal Prato alla Pistoiese, fino all’Ancona e alla tragicomica sconfitta di sabato a Santarcangelo di Romagna, la squadra è parsa sfuggire di mano a Baldini. Anche se a livello di spogliatoio ci confermano che la squadra era, ed è tutta con lui.. 100 giorni difficili, molto difficili, giunti probabilmente all’epilogo e sui quali lo stesso allenatore massese potrà riflettere come esperienza amara, ma anche utile per il suo futuro di tecnico.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.