Farmaci antitumorali, San Luca all’avanguardia

LUCCA- All'USL 2 è stata presentata dal Vice Commissario Joseph Polimeni la nuova organizzazione dell'Unità Farmaci Antiblastici (UFA) dell'Ospedale San Luca e attuata nello scorso mese di agosto.

-

 

 

Più sicurezza ed efficacia per l’attività di preparazione dei farmaci antitumorali. All’USL 2 è stata presentata dal Vice Commissario Joseph Polimeni la nuova organizzazione dell’Unità Farmaci Antiblastici (UFA) dell’Ospedale San Luca, attività prima dislocata anche nelle sedi di Castelnuovo e Barga, e attuata dallo scorso mese di agosto. Un esempio positivo di buona sanità che si è reso necessario visto la Raccomandazione ministeriale numero 14 dell’ottobre 2012, che definisce le modalità in tema di sicurezza per la manipolazione dei farmaci chemioterapici e che meritano cautela e conoscenze elevate. Un’attività effettuata solo in altre poche realtà italiane e che in altre aziende sanitarie della Toscana non è presente e che assicura anche un risparmio notevole in termini di risorse economiche da parte dell’azienda sanitaria nonchè un servizio più efficiente e sicuro per i pazienti e i farmacisti ospedalieri. Tra i presenti all’incontro anche il Coordinatore delle attività sanitarie aziendali Michela Maielli, il Direttore del Dipartimento Oncologico Editta Baldini e il Responsabile della Farmacia Ospedaliera Marisa Anzillotti.

 

All’interno della palazzina economale del “San Luca”è stata realizzata una struttura completamente a norma, con cappe di ultima generazione, in cui sono centralizzate le attività di preparazione dei farmaci antitumorali.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.