Lorenzo Guidi e Alessia Bulleri campioni toscani ciclocross

CICLOCROSS - Si sono svolti a Turrite Cava di Gallicano i campionati regionali. La vittoria è andata a Lorenzo Guidi della Life Style Racing Team. Oscar della sfortuna all'atleta locale Daniele Luchini. In campo femminile successo di Alessia Bulleri. Al via anche le categorie giovanili.

-

 

La carica dei 200, tanti gli atleti complessivamente in gara, ai campionati toscani di ciclocross svoltisi a Turrite Cava, nel comune di Gallicano. La manifestazione è stata organizzata in modo impeccabile dal Giovo Team Torpado di Coreglia Antelminelli. La mattina è stata caratterizzata dalle gare riservate alle categorie giovanili che hanno animato il percorso di gara peraltro reso non troppo insidioso, ancorchè tecnicamente complicato, dalla bella giornata di sole. Tanti genitori al seguito di questi aspiranti campioncini del ciclocross. Il clou a partire dalle 13 quando hanno preso il via le altre gare. Tra gli junior il titolo è andato a Cristian Brocchi del team Elbabike. Alla fortissima Alessia Bulleri del team Aromitalia Vaiano la maglia di campionessa toscana. Una sola maglia invece in palio nelle categorie Elite-under 23 e Amatori. Battaglia autentica sui 10 giri del circuito che misurava 2 chilometri. Alla fine l’ha spuntata Lorenzo Guidi della Lifestyle Racing team il quale, nonostante sia partito con gli Amatori con 20″ di riatrdo, è riuscito a rimontare e a vincere con pieno merito. Oscar della sfortuna a Daniele Luchini che nel corso del quarto giro ha subìto lo scollamento di un tubolare e questo dopo aver superato l’area tecnica che ha significato dover percorrere quasi un giro intero in condizioni davvero prcarie.  Peccato perchè senza questo contrattempo avrebbe potuto vincere la corsa. Infine ricordiamo che la manifestazione era dedicata alla memoria di Simone Pardini, giovane ciclista morto alcuni mesi fa mentre era in allenamento. Durante la premiazione abbiamo notato anche i genitori di Simone particolarmente emozionati commossi, sensazioni forti che hanno pervaso anche il pubblico e gli atleti presenti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento