Spaccio di droga a minorenni ad Altopascio

ALTOPASCIO - I carabinieri hanno arrestato una persona mentre altre tre sono state denunciate con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti a minorenni. Tra i consumatori abituali circa 20 giovani, molti dei quali, appunto, minorenni e tra questi addirittura una ragazzina di 13 anni.

- 1

Hashish, marijuana ma anche cocaina ceduta a giovani e giovanissimi. I carabinieri e la polizia municipale di Altopascio hanno arrestato un 24enne di Marginone, Y.R. le iniziali, con l’accusa di spaccio. Denunciati tre giovani: un 17enne che lo aiutava a procurarsi la droga e due ragazze, una di 14 e una di 15 anni, con l’accusa di furto in concorso.

A capo del giro c’era il 24enne, che spacciava gli stupefacenti ad una ventina di giovani. I luoghi dello spaccio erano la sua abitazione, ma anche i dintorni di Marginone e l’esterno della scuola media di Altopascio. Alcuni dei clienti erano maggiorenni ma la maggioranza era composta da minorenni. Tra questi anche una ragazzina di soli 13 anni. Tutti volevano comprare hashish e marijuana ma anche cocaina, che poi veniva fumata attraverso i narghilè.

Il 24enne aveva poi conquistato la completa fiducia di due ragazze, di 14 e 15 anni, che addirittura gli avevano consegnato le chiavi delle loro abitazioni per permettergli di entrare quando i genitori non c’erano e rubare oggetti di valore e denaro. In cambio, alle due ragazze, il 24enne cedeva la droga gratis. L’altro ragazzo, il 17enne, è stato denunciato perchè lo aiutava a procurarsi droga nelle ore serali, quando il ‘capo’ doveva rimanere in casa perchè sottoposto ad obbligo di dimora dalle 20 alle 8 di mattina, sempre per questioni di spaccio.

I ragazzi coinvolti nel giro e segnalati come consumatori di droga fanno parte di famiglie normali, senza particolati disagi sociali. E l’inchiesta era partita proprio dalla segnalazione di alcuni genitori, preoccupati per il comportamento e le frequentazioni dei loro genitori.

Commenti

1


  1. Mi fanno schifo mi vergogno di essere italiana

Lascia un commento