Piana di Lucca, un progetto per utilizzare camion elettrici nel distretto cartario

LUCCA - Veicoli di trasporto ecologici per ridurre l'impatto ambientale dei camion nel distretto Cartario di Lucca. È questo l'obiettivo del progetto “Life Fri-Zon”, presentato da Lucense all'Unione Europea.

-

frizzone

Si tratta di un piano triennale sostenuto da Regione, Provincia, Comuni di Capannori e Lucca, Confindustria e Confartigianato.
Il finanziamento chiesto all’Europa servirà per avviare la sperimentazione nel distretto cartario più grande del continente, con 120 stabilimenti produttivi distribuiti su una piccola area di 750 chilometri uadrati ed un flusso complessivo di oltre 3mila camion al giorno, che contribuiscono alla cattiva qualità dell’aria nella zona suburbana di Lucca. Il progetto “Life Fri-Zon” mira ad introdurre e sviluppare l’utilizzo di camion elettrici ad emissioni zero per gli spostamenti all’interno del distretto, a partire dallo scalo merci del Frizzone.

Il progetto comprende, inoltre, l’installazione di stazioni di ricarica elettrica, la realizzazione di aree di sosta e lo sviluppo di una piattaforma dedicata all’utilizzo collaborativo della eco-flotta.

Oltre a Lucense, al progetto partecipano tra gli altri, le industrie cartarie Delicarta e Lucart, referenti per le attività
dimostrative e il colosso dei trasporti Iveco, responsabile della flotta dei veicoli elettrici.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento