Lammari, auto scivola sul ghiaccio e si ribalta

CAPANNORI - Fortunatamente ha riportato solo qualche contusione il giovane che era alla guida di questa Fiat 600, finita fuoristrada in via Lombarda, a Lammari. L'auto è scivolata su una lastra di ghiaccio che si era formata sulla sede stradale, a causa della perdita di una tubazione.

- 1

Tutto è iniziato intorno alle 5 di mattina, quando un residente in zona ha chiamato i carabinieri per segnalare che sulla carreggiata si stava formando una pericolosa lastra di ghiaccio, a causa di una perdita d’acqua. I militari hanno subito allertato il Comune di Capannori. Il personale arrivato sul posto ha provveduto a posizionare il cartello di pericolo, perchè ormai il ghiaccio c’era.

Poco dopo però è transitata la Fiat Seicento guidata da un giovane di 25 anni della Piana che stava andando a pescare e che forse non ha visto bene il cartello a causa del buio. Fatto sta che l’auto è sbandata sul ghiaccio, si è ribaltata nella fossa sottostante ritornando poi sulle proprie ruote. Sembra che due auto che lo seguivano non si siano fermate a soccorrere il giovane.

Il ragazzo è stato invece aiutato da due residenti di un palazzo vicino e poi è stato raggiunto dai genitori. Solo dopo è arrivato il personale di Acque spa per tamponare la perdita. E sembra che anche il furgone di Acque abbia rischiato di finire fuori strada a causa del ghiaccio.

Sul posto è arrivata anche una pattuglia dei carabinieri di Lammari per un controllo. Il ragazzo è stato refertato al pronto soccorso.

Commenti

1


  1. credo che non basta mettere un cartello di pericolo ghiaccio ,,,, se si dovesse guidare guardando tutta la segnaletica che è presente , non si potrebbe guardare la strada … Poi se il ghiaccio era formato e quindi pericoloso, visto che eravamo a Lammari e non alle radici , dove uno se lo può aspettare ,,,, si poteva anche creare una riduzione della carreggiata, almeno si costringevano le auto a rallentare ancora di più …. Poi bisogna capire da quanto c’ era la perdita dell’ acqua ,,,,,

Lascia un commento