Lavoratori della grande distribuzione in sciopero

LUCCA - I lavoratori delle aziende di grande distribuzione aderenti a Federdistribuzione sono scesi in piazza per una giornata di sciopero nazionale per il rinnovo del contratto, scaduto da 30 mesi. Inaccettabili secondo i sindacati le proposte avanzate dalle aziende.

-

Nella giornata di sabato, al grido “Fuori tutti!”, hanno scioperato con picchi di adesione fino al 60%, i lavoratori e le lavoratrici delle aziende aderenti a Federdistribuzione (Esselunga, Pam, Ovs, Metro, Bricocenter, Penny Market, Carrefour…) che a livello regionale contano circa 35mila unità e nella provincia di Lucca 1500 addetti. Si tratta di una mobilitazione che ha portato al terzo sciopero nel giro di 6 mesi, finalizzata al rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro, scaduto ormai da 30 mesi. Circa un centinaio di lavoratori ha aderito al corteo che è sfociato in un presidio davanti alla Prefettura dove una delegazione di rappresentanti dei lavoratori è stata ricevuta dal capo di gabinetto, alla quale sono state rappresentante le motivazioni di questa straordinaria mobilitazione affinchè vengano trasmesse al consiglio dei ministri.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento