Comuni e Forze dell’ordine per la lotta alla contraffazione

PROVINCIA DI LUCCA - Non solo attività di coercizione e repressione, per combattere la contraffazione è necessaria la sensibilizzazione dei cittadini che acquistano la merce falsificata. E' questo il nucleo centrale del protocollo d'intesa siglato in Prefettura a Lucca tra i Comuni di Viareggio, Camaiore, Pietrasanta e Forte dei Marmi, categorie economiche, forze dell'ordine e Ministero dello Sviluppo Economico.

-

 

Alla firma era presente anche il direttore generale del Mise Loredana Gulino che ha sottolineato la crescita di un fenomeno che in Italia vale 7 miliardi di euro. Sul nostro territorio nell’ultimo anno solo la Guardia di Finanza ha sequestrato 150.000 prodotti con marchi contraffatti e denunciato 95 persone. Ma l’attività repressiva, appunto, non basta e così il protocollo prevede azioni di informazione e comunicazione ai consumatori circa i rischi per la salute e le conseguenze economiche della contraffazione.

Un input importante a questa firma è arrivata un anno fa dal Comune di Forte dei Marmi dove il fenomeno cresce, ogni estate sempre di più.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.