Nuovo slancio turistico per la Francigena

LUCCA - Firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione del progetto " La via Francigena in Toscana - Terre di Lucca" volto a potenziare le strutture di accoglienza lungo il percorso della via Francigena in modo da dare un'offerta maggiore ai pellegrini che intraprendono questo cammino

- 1

Lucca è il comune capofila del protocollo “La via Francigena in Toscana-  Terre di Lucca ” presentato presso i locali ristrutturati della casermetta del Baluardo San Salvatore insieme a tutti i comuni interessati dal percorso della via Francigena in provincia, al responsabile della promozione turistica della Regione Stefano Romagnoli e alla Misericordia, promotrice dell’iniziativa. Il protocollo ha lo scopo di individuare, programmare e promuovere iniziative unitarie volte alla promozione della via Francigena e, contestualmente, dei territori dei comuni da essa attraversati. Si punta quindi a realizzare un accrescimento qualitativo e quantitativo della promozione al fine di mettere insieme molteplici attori privati, stakeholder della cultura e del turismo, realizzando promozioni e iniziative coordinate, in particolare rivolte alle famiglie, al turismo religioso, sportivo, ambientale, enogastronomico e culturale. Le amministrazioni si coordineranno anche con la Regione Toscana per incentivare la promozione.

La presentazione del protocollo è stata anche l’occasione per visitare in anteprima i locali dell’ex canile dove è nata la caffetteria, gestita dalla società Turista srl che ha vinto il bando anche per la gestione della Casa del Boia. Un ristoro che offrirà anche la particolarità di fornire ai clienti i prodotti tipici del territorio anche in veri e propri cestini da pic nic, comprensivi di coperta, cuscini e candela, per poter consumare il pranzo direttamente sul prato del baluardo, in perfetta armonia con lo stile sobrio dei pellegrini.

Commenti

1


  1. Il pellegrino non è un turista. Per favore il turismo è altra cosa.

Lascia un commento