Tanti amici a canestro per ricordare Vanni

LUCCA - Un gruppo di amici. Tanti amici. Uniti dai ricordi degli anni passati e da una passione comune. La pallacanestro. Alla palestra di San Concordio c'erano davvero tutti degli amici di Vanni Michelotti, grande appassionato di questo sport scomparso nel 2014 dopo una breve malattia a soli 50 anni. 

-

E’ andata in scena infatti la Partita di Vanni, un momento per ritrovarsi e dare senso alla raccolta di fondi da destinare al sostegno della ricerca contro le malattie neurodegenerative portata avanti dall’Istituto Nazionale Carlo Besta di Milano.
L’idea della partita delle glorie della palla arancione porta la firma di Beppe Borella, Vanni Giusti e Gianluca Ghiselli. Gli amici di una vita di Vanni Michelotti che a Lucca era molto conosciuto perche’ uno dei titolari della storica omonima ortopedia.
A San Concordio in campo sono scesi da una parte i ragazzi (oggi cresciuti in tutti i sensi) della squadra cadetti 1977-78 della Polisportiva Porta Elisa. Dall’altra gli amici lucchesi del basket. Inutile nominarli…. si possono infatti facilmente riconoscere nelle immagini di Giulio Frugoli. Gente che ha calcato i campi dalla serie A agli amatori Uisp ma che sa ancora trattare la palla a spicchi. Tutt’oggi, chi vuole, puo’ effettuare una donazione al laboratorio di neuropatologia del dottor Tagliavini attraverso la Banca Popolare di Sondrio, agenzia 9 viale Romagna 24 – 20133 Milano;   IBAN ITA26A0569601608000006200X21.
Un bell’esempio di amicizia, solidarieta’ e voglia di ricordare un amico. Alla premiazione finale ha partecipato anche la famiglia di Vanni Michelotti che si e’ stretta con i ragazzi del ’77 e con tutti gli altri giocatori in un abbraccio finale salutato da un lungo applauso.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento