Lucchese-Arezzo, una sfida da non sbagliare

CALCIO LEGA PRO - Lucchese attesa domenica dal derby con l'Arezzo. Gara delicatissima per i roosnri che sono ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale. Nonostante il buon pareggio di Livorno la posizione del tecnico Galderisi non pare così solida. Capitolo-formazione: tra i pali il 20enne nobile e probabile rientro di Terrani e Fanucchi.

-

L’ultima vittoria della Lucchese al Porta Elisa risale al 23 aprile scorso, esattamente cinque mesi fa. Un secco 2 a 0 ai danni del Tuttocuoio con reti firmate nella ripresa da Terrani e Pozzebon. Cercasi vittoria disperatamente in casa rossonera che nelle prime cinque giornate di questo campionato non è ancora arrivata. Cinque domeniche infarcite da soli tre punti frutto di altrettanti pareggi e di due sconfitte: brucianti anche se per motivi diversi con Alessandria e sul campo del solito Tuttocuoio. In definitiva un ruolino di marcia che, al di là del buon punto di Livorno, non soddisfa affatto la dirigenza rossonera, il presidente Bacci in primis, convinta di aver allestito una squadra da primi sei-sette posti.

Fatta questa doverosa e lunga premessa, è abbastanza evidente che domenica prossima (ore 18,30) contro l’Arezzo al Porta Elisa la squadra dovrà fornire una grande prestazione ma soprattutto portare finalmente a casa i tre punti. Lo sa anche Galderisi la cui posizione tutto rimane furochè stabile e solida. La squadra, o meglio il gruppo e intendiamo anche lo staff, sono tutti col Nanu che è persona squisita, ma nel calcio i risultati (Obbedio docet) sono e rimangono decisivi. Contro una delle sue ex-squadre, Galderisi ha allenato l’Arezzo nella stagione 2009/2010, le scelte saranno importanti e delciatissime. Il 20enne Nobile giocherà in porta al posto dell’infortunato Di Masi mentre in avanti si profilano i rientri di Fanucchi e Terrani a sostegno del centravanti Forte. Per il resto fiducia a quelli di Livorno.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento