In tutta la provincia il no alla violenza sulle donne

LUCCA - Mai come quest'anno forse ci sono state così tante iniziative in provincia di Lucca in occasione del 25 novembre. La tragica fine, questa estate, di Vania Vannucchi ha probabilmente scosso le coscienze e riacceso l'attenzione su un fenomeno, quello della violenza sulle donne, che rimane un'emergenza ancora in grande misura nascosta.

-

Mai come quest’anno forse ci sono state così tante iniziative in provincia di Lucca in occasione del 25 novembre. La tragica fine, questa estate, di Vania Vannucchi ha probabilmente scosso le coscienze e riacceso l’attenzione su un fenomeno, quello della violenza sulle donne, che rimane un’emergenza ancora in grande misura nascosta.

In sala Tobino a Palazzo Ducale c’è stato l’incontro con le scuole superiori, alla presenza tra l’altro della dirigente scolastica Donatella Buonriposi. E’ stato presentato lo spettacolo “Giuro che mi vedrai volare”, di Mia Declar, e il cortometraggio “Violenza sulle donne, emergenza senza fine”, realizzato dall’Istituto Civitali di Lucca,

Tra le altre iniziative, sempre a Lucca in piazza San Salvatore è stata Inaugurata la “panchina rossa”. L’iniziativa, promossa dal Comune insieme alla commissione per le pari opportunità, è nata da un’idea di Tina Magenta, bibliotecaria di Lomello di Pavia che per prima ha collocato una panchina di colore rosso in una piazza cittadina quale simbolo e strumento di sensibilizzazione verso il femminicidio.

A Viareggio al teatro Goldoni gande partecipazione all’iniziativa organizzata dal Centro Antiviolenza e dalla Casa delle Donne, con gli studenti delle scuole superiori. Durante la mattinata è stata presentata la manifestazione nazionale contro la violenza sulle donne in programma sabato a Roma.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.