Lucchese quasi fatta per la delicata sfida al Pro Piacenza

CALCIO LEGA PRO - Squalifiche e infortuni costringono Galderisi a scelte quasi obbligate in vista della gara interna di sabato (ore 16,30) contro il Pro Piacenza guidato dall'ex-Fulvio Pea. Unico dubbio al centro della difesa tra Dermaku e Maini. Rientrano Fanucchi e Cecchini. La Lucchese cerca una vittoria che manca ormai da un mese e mezzo.

-

Allenamento all’Acquedotto per la Lucchese in un giovedì pomeriggio che odora di primavera avanzata. Ma in casa rossonera il pensiero dev’essere tutto fuorchè da fine stagione. Ci sarebbe una classifica da sistemare, che andava sistemata, ma che ancora non si può dire del tutto rassicurante. Arriva il Pro Piacenza dell’ex-Pea, formazione segnalata in grande forma, ma ci sarebbe da riscattare qualche recente passo falso condito da prestazioni non proprio e non sempre all’altezza della situazione. Galderisi ne è consapevole e questo gli fa rabbia perchè come spesso capita sono le cose recenti quelle che più restano nella mente e non gli va molto a genio il pensiero di sciupare quanto di buono fatto sino ad un certo punto della stagione.

La squalifica di Nolè e gli acciacchi fisici di Nobile, Merlonghi e D’Auria riducono le scelte del Nanu che in realtà conserva un solo dubbio: Dermaku o Maini come difensore centrale. Per il resto Di Masi sarà confermato in porta con Espeche e Capuano a completare il pacchetto arretrato. A centrocampo Tavanti e il rientrante Cecchini saranno i due esterni con Bruccini e Mingazzini mediani centrali. In attacco rientra Fanucchi che con De Feo proverà a supportare il giovane centravanti Raffini, peraltro ancora alla ricerca della prima rete in maglia rossonera.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento