Paolo Andreucci rilancia la sfida e cerca l’acuto al rally di Sanremo

MOTORI - Dopo la vittoria di Simone Campedelli al Ciocco, Paolo Andreucci e la Peugeot sono in cerca di riscatto. Ben 190 gli equipaggi iscritti alla corsa ligure (comprese le auto storiche. Al via anche il pilota Hyundai WRC Hayden Paddon. La pattuglia lucchese è completata da Mattia Vita, Nicola e Jasmine Manfredi, Stefano Martinelli e Pietro Brugiati. 11 le PS in programma tra venerdì e sabato.

-

 

Dopo la vittoria d Simone Campedelli al Ciocco il CIR si trasferisce sulla riviera dei fiori per la 64esima edizione del Rally di Sanremo, seconda delle otto gare stagionali. La corsa sanremese, organizzata dall’AC Ponente Ligure, sarà valida non solo per il titolo tricolore Assoluto, ma anche per quello Junior, per il Costruttori, il Costruttori Due Ruote Motrici, il 2 Ruote Motrici, il Campionato italiano RGT e il Campionato Italiano R1. Non mancheranno inoltre i trofei monomarca. Occhi puntati dunque sul romagnolo Campedelli, ma anche sul campionissimo di Peugeot Italia, il “nostro” Paolo Andreucci, con la Peugeot 208 T16 R5, in cerca di riscatto dopo il Ciocco, dove è stato costretto al ritiro nella seconda tappa dalla rottura del motore mentre era saldamente al comando. Il garfagnino, nove volte campione italiano, e la sua 208 hanno trionfato nelle ultime due edizioni di una gara molto affascinante, ricca di tanta storia, dove si sono scritte pagine memorabile del rallismo. Da verificare la voglia e la capacità di riscatto di Umberto Scandola, con la Skoda Fabia R5 ufficiale e poi da seguire la guest star, il neozelandese Hayden Paddon, pilota ufficiale Hyundai nel mondiale rally, in gara anche in vista del Tour de Corse. Alla lista dei migliori si unisce il giovane Kalle Rovanpera con la Peugeot 208 T16 R5. Tra coloro che potrebbero inserirsi in alto ci sono anche il bergamasco Alessandro Perico e l’aostano Elwis Chentre. Oltre ad Andreucci la pattuglia lucchese vedrà al via anche Mattia Vita, Nicola e Jasmine Manfredi, Stefano Martinelli e Pietro Brugiati. La corsa entrerà nel vivo da venerdì 31 alle 12.00 con cinque prove speciali, fra le quali la “Ronde” di ben 33 km di lunghezza. Sabato 1 aprile il rally ripartirà alle 7.10 e proseguirà su altre cinque prove speciali prima di tornare al palco arrivi di Sanremo alle 16.00 per premiare il vincitore. In totale sono 11 le speciali in programma per un totale di 176,77 km cronometrati su 502 km di percorso.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento