Ambiente e accoglienza all’Oasi del Bottaccio

CAPANNORI - Un’onda colorata di migranti, studenti, volontari delle associazioni ambientaliste e cittadini. E' quella sbarcata all’Oasi del Bottaccio, al confine tra i comuni di Capannori e Bientina, in occasione dell’avvio di un progetto coordinato dal Consorzio di Bonifica Toscana Nord per la pulizia periodica delle oasi capannoresi ad opera dei migranti richiedenti asilo politico, al fianco dei volontari delle associazioni ambientaliste WWF e Legambiente.

-

 

Assieme a loro circa gli alluni della scuola secondaria di primo grado “Don Aldo Mei” di San Leonardo in Treponzio e del Liceo
Scientifico Ettore Majorana di Capannori: tutti impegnati nella pulizia e nella conoscenza di questo luogo meraviglioso.

Alla giornata ha partecipato anche l’assessore regionale all’immigrazione Vittorio Bugli.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento