Il CIR riparte dal 50esimo rally del Salento; Paolo Andreucci cerca il poker

MOTORI - La gara pugliese è giunta alla 50esima edizione, una classica del Rally italiano che dopo una storia gloriosa e travagliata è finalmente tornata a far parte del calendario CIR. L’ultima edizione valida per il Campionato Italiano Rally si è corsa nel 2011, vinta dal cannibale Paolo Andreucci, che con tre successi in carriera (anche 1999 e 2000) è il pilota di riferimento dell’edizione 2017.

-

 

Il pilota garfagnino, che sarà come sempre affiancato da Anna Andreussi, conosce bene la gara anche se come tutti negli ultimi anni non l’ha disputata perché fuori dal tricolore. Sicuramente è una corsa anomala, diversa da tutte le altre, e proprio per questo bella e sicuramente degna di essere nel tricolore assoluto. Per Ucci e Ussi sarà un appuntamento decisivo non solamente perché a coefficiente 1.5, ma anche perché viene tra due gare di terra dove la loro vettura soffre di più la concorrenza e quindi sarà importante ottenere il massimo. Da tenere d’occhio, ovviamente, Umberto Scandola e la sua Skoda Fabia, fresco vincitotre del Rally Adriatico. Un successo che ha rilanciato Scandola in classifica generale, dove occupa il secondo posto alle spalle dello stesso Andreucci. Terzo incomodo, ma forse è riduttivo chiamarlo così, Simone Campedelli su Ford Fiesta che in avvio di stagione si è imposto al Ciocco. Il pilota cesenate vorrà dire la sua e promette battaglia sia al Salento che in ottica-campionato. Oltre ad Andreucci la pattuglia lucchese stavolta conta sul solo Stefano Martinelli (Suzuki Swift) che avrà alle note Giancarla Guzzi e non il solito Pietro Brugiati. Tra CIR e campionato regionale sono 56 gli equipaggi al via, pronti ad affrontare 14 prove speciali suddivise in due tappe, di cui tre da affrontare tre volte (Martignano, Specchia e Giuggianello), due da ripetere due volte (Santa Cesarea e Miggiano) oltre alla superprova speciale in programma sul circuito La Conca. L’impianto di Muro Leccese sarà il cuore pulsante della manifestazione e farà anche da sede logistica principale con Piazza Mazzini a Lecce che invece ospiterà le cerimonie di partenza e arrivo. In totale sono 747,90 i chilometri complessivi, dei quali 171,94 km di speciali.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento