Dalla Versilia a Milano: stroncato il mercato del falso di lusso

VIAREGGIO - Otto persone finite agli arresti domiciliari, 147mila pezzi contraffatti sequestati, 13 perquisizioni locali. E' un duro colpo al mercato del falso di lusso quello inflitto dalla Guardia di Finanza di Viareggio che, partendo da un sequestro in Versilia, ha stroncato un giro di affari milionario tra Firenze e Milano.

-

 

L’operazione è stata ribattezzata “Himalayan”, come la griffatissima linea di borse della maison Hermes Tra queste la principesca Birkin, in pelle di coccodrillo del Nilo, quotata da Vogue Usa a 432mila dollari e venduta, una delle più costose al mondo, rivenduta dai falsari in una riproduzione perfetta a 18mila euro.

Un colpo al mercato del falso di super lusso, rivenduto non certo in strada, ma in uno show room nel quadrilatero della moda in centro a Milano, finito sotto indagine. Una vendita fatta di contatti diretti tra i facoltosi clienti, decisi però a risparmiare sugli originali, e i produttori, tutti italiani.

Perquisite cinque abitazioni e quattro opifici destinati alla produzione, confezionamento e stoccaggio della pelletteria delle firme dell’alta moda. Un valore complessivo di diversi milioni di euro. Ai domiciliari sono finiti sette italiani e un cinese. Altri nove decreti di perquisizione locale e domiciliare sono in arrivo in queste ore a Firenze.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento