Il sogno è finito, grazie lo stesso magica Pantera; va avanti il Parma

CALCIO LEGA PRO - Lucchese sconfitta 2 a 1 dal Parma nella gara di ritorno dei quarti di finale di Lega Pro. Botta e risposta nel primo tempo Baraye-D'Auria, Poi in avvio di ripresa la rete decisiva del parmense Edera condanna la squadra rossonera ad una immeritata sconfitta. A fine partita il saluto caloroso dei 6mila del Porta Elisa. Ora si ripartirà da Obbedio e Lopez.

-

Il colpo d’occhio è quello delle grandissime occasioni. Il popolo rossonero rispende all’appello e sono in 6mila sulle gradinate del Porta Elisa quando Luchese e Parma fanno il loro ingresso in campo. A sorpresa Lopez schiera l’estroso D’Auria rinunciando ad un centrocampista e a Mingazzini che proprio non ce la fa. Per la serie: me la gioco fino in fondo. Si riparte dal 2 a 1 a favore dei parmensi maturato al Tardini e con una Pantera piuttosto aggressiva e determinata. Il problema è che squadroni del calibro di quello D’Aversa stanno lì sonnecchiosi e poi alla prima occasione, zac, ti colpiscono. Succede anche al minuto 13 di una sfida eletterizzante che subito si complica. Baraye approfitta di un contropiede favorito da un fallo non fischiato su Fanucchi e uccella Nobile gelando lo stadio colorato di rossonero. Accidenti, ora è davvero dura. In realtà trascorrono solo 4′ e sugli sviluppi di un calcio di punizione è proprio D’Auria a pennellare una parabola imprendibile per il portiere parmigiano Frattali che può solo guardare il pallone infilarsi alle sua spalle. Boato del Porta Elisa con la squadra di Lopez che riprende fiato e mette alle corde il quotato avversario. Insomma, si può fare. A turno ci provano ma con scarsa fortuna ancora l’ottimo D’Auria, Cecchini e De Feo. La senzazione è però che la seconda rete possa arrivare. Purtroppo il secondo gol giunge puntuale in avvio di ripresa, ma dall’altra parte. Calaiò, matchwinner all’andata, si trasforma in prezioso assistman per Edera che non lascia scampo al bravo Nobile. Stavolta è una mazzata per Nolè & C. che provano a reagire e che alla fine almeno il pareggio lo meriterebbero per l’impegno profuso ed anche il calcio espresso, soprattutto nel primo tempo. Ma non c’è nulla da fare. Il Parma vince anche la gara di ritorno per 2 a 1 e approda alle semifinali dove affronterà il Pordenone. La Lucchese chiude qui la sua magnifica, ed anche inaspettata, avventura ai playoff. Il saluto del Porta Elisa nei confronti della squadra è caloroso. Ora si può davvero guardare al futuro: al nuovo assetto societario e tecnico che ripartirà dal binomio Obbedio-Lopez e sulle basi di una squadra che non andrà smantellata, ma adeguatamente rinforzata. Il sogno è finito, ma grazie lo stesso magica Pantera.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.