Salvi i posti di lavoro alla Toscana Pane

ALTOPASCIO - Raggiunto l'accordo per la vertenza Toscana Pane. Firmato in municipio, il documento prevede il contenimento del numero dei licenziamenti che passano da 24 a 3 unità su base volontaria (su un totale di 61 dipendenti) -, e l'introduzione di ammortizzatori sociali, come il contratto di solidarietà, per altri 30 lavoratori.

-

Sono questi i punti salienti dell’accordo raggiunto tra l’azienda, i sindacati e l’amministrazione comunale. La procedura di licenziamento collettivo per 24 lavoratori era stata aperta dall’azienda a metà giugno e si inseriva in una situazione di crisi aziendale prolungata da anni. Da subito era stato attivato il tavolo dal comune di Altopascio, insieme con la provincia di Lucca, per seguire l’evolversi della vertenza e per chiedere, d’intesa con i rappresentanti sindacali, di ridurre il più possibile l’impatto negativo sul piano socio-occupazionale, valutando la possibilità di fare ricorso ad altri strumenti di ammortizzatori sociali previsti dalla legge.  A fine agosto le parti si incontreranno nuovamente per definire l’accordo sul ricorso al contratto di solidarietà.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento