Sgarbi fa il pienone alla “Bella Estate” di Castelnuovo

CASTELNUOVO G. - Circa 400 persone hanno seguito l'intervento di Vittorio Sgarbi per la rassegna “La Bella Estate” che si è svolta nell'area dell'ex pattinaggio a Castelnuovo Garfagnana.

-

La serata, la 6 di 9 incontri in cartellone, si è aperta con il saluto dell’organizzatrice Alba Calamari e dal sindaco Tagliasacchi che ha ringraziato Vittorio Sgarbi per essere ritornato ad un anno di distanza a Castelnuovo Garfagnana.

Sul palco anche Sergio Suffredini in veste di presidente dell’associazione che ha promosso la mostra delle opere di Gino Bertoncini che poi lo stesso Sgarbi ha visitato al termine della serata apprezzando molto lo stile del pittore castelnuovese.

Vittorio Sgarbi nonostante il recente intervento al braccio sinistro e una certa stanchezza per viaggio e le alte temperature, in pochi secondi è salito in cattedra ed ha coinvolto tutti i presenti in un viaggio nell’arte dal 600 in poi fino all’800 per mezzo di artisti ingiustamente poco conosciuti ma di grandi capacità artistiche che si ritrovano nel suo ultimo libro dal titolo “Dall’ombra alla luce”.

Nel corso della sua lectio magistralis ha più volte punzecchiato alcuni politici italiani e si è divertito a proporre opere di grandi artisti con cognomi noti ai giorni nostri come Franceschini, Cairo, Rivera e Zalone.

Venerdì prossimo sarà Paolo del Debbio a intervistare Ferruccio De Bortoli che ci porta la sua ultima fatica letteraria dal titolo “Poteri Forti”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento