Vernissage alla…sarda: Arzachena e Olbia fanno saltare il banco

CALCIO C - La prima giornata ha subito riservato ghiotte sorprese grazie soprattutto alle imprese delle due formazioni isolane capaci di espugnare una Arezzo e l'altra di battere il quotatissimo Pisa. Il Pontedera ferma l'altra grande favorita Alessandria. Livorno a fatica sul Gavorrano mentre la Carrarese passa a Cuneo.

-

 

Ahiooo. E’ il grido che si leva dopo i primi 90′ del girone A di serie C. La firma è quella di Ragatzu che nel posticipo del lunedì sera inchioda il Pisa, considerato da molti il grande favorito per la promozione in serie B, ad una clamorosa sconfitta. Il gol, anzi l’eurogol dell’attaccante dell’Olbia giunge al minuto 17 che dalle parti della Torre pendente faranno già i debiti scongiuri. Lo squadrone di Gautieri parte col piede sbagliato ma avrà modo di rifarsi poichè qualità tecniche ed esperienza non fanno certo difetto alla compagine neroazzurra. Il clamoroso tonfo del Pisa, che per poco non aveva come contraltare quello dell’Alessandria, altra grande favorita per il successo finale. I grigi vanno sotto a Pontedera coi padroni di casa in vantaggio grazie ad uno spunto di Pesenti. Solo ad una manciata di minuti dalla fine Gonzales trova il punto del pareggio. Tra le grandi non stecca invece la Carrarese di Silvio Baldini. Agli apuani basta la rete di Tentoni alla mezz’ora per espugnare il Paschiero, Bella conferma dei marmiferi che non nascondono le loro ambizioni. Sarde scatenate perchè all’Olbia risponde il neopromosso Arzachena che vìola il campo dell’Arezzo per 3 a 2. Doppio vantaggio dei sardi cui i padroni di casa cercano inutilmente di rispondere e di rimontare. Finisce 3 a 2 per la matricola terribile di mister Giorico. Il blasone va in difficoltà anche al Picchi dove il Livorno di Foscarini si ritrova sotto con il Gavorrano del Condor Bonuccelli in vantaggio con Mosti. Solo nell’ultimo quarto d’ora i labronici pareggiano con Doumbia e la vincono poi con Pedrelli scacciando nuovi ed antichi incubi.Giornata avara di pareggi, solo quello di Pontedera. Vince in modo autoritario il Monza che regola 2 a 0 il Piacenza nel derby padano con le reti di Cori allo scadere del primo tempo e di Giudici alla mezz’ora della ripresa. Meglio l’altra piacentina, la Pro, che al Garilli regola 3 a 1 la Giana Erminio. La Vigna e Starita per l’uno-due degli emiliani. Accorcia le distanze Perna ma in pieno recupero Alessandro su rigore chiude la contesa. Identico punteggio col quale la Viterbese supera il Prato. Tremendo avvio dei laziali a segno nei primi 20′ con una doppietta di Tortori. Vola alto il team gialloblu. I lanieri accorciano le distanze con Ceccarelli allo scadere del primo tempo ma in avvio di ripresa subiscono la terza rete siglata da Vandeputte.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento