Arriva il trittico della verità per la Lucchese di mister Lopez

CALCIO C - La vittoria di Arezzo ha ridato morale e slancio a tutta la Lucchese. Intanto è ripresa la preparazione in vista delle tre partite che attendono i rossoneri da domenica 1 a domenica 8 ottobre. Piacenza, Cuneo e l'attesissimo derby col Pisa ci daranno maggiori indicazioni sullo spessore della squadra di Lopez.

-

Il 2 settembre scorso Lopez ebbe a dire: ” Vedremo la vera Lucchese fra un mese “. E allora questo significa che ci siamo. Sprazzi di vera Lucchese in realtà già li abbiamo intravvisti lunedì sera ad Arezzo. Gara accorta, attenta e di grande solidità quella sciorinata dagli uomini del 50enne tecnico romano. A volte basta poco, un paio di ritorni e la strana alchimia di muscoli, cervello ed altro, che sono le componenti di una squadra di calcio, trovano la loro giusta identità. Che poi è stato anche tornare ad un modulo, il 3-4-1-2 che è quello più voluto ed amato dallo stesso Lopez. Poter agire con Fanucchi alle spalle di due attaccanti è la soluzione ideale ma affinchè questo accada c’è bisogno del maggiore equilbrio possibile tra difesa e centrocampo. E questo ad Arezzo si è anche notato. Se sarà vera Lucchese, e quanto vale questa squadra, ce lo dirà forse il trittico di impegni che attende Nolè & C. in una settimana perlomeno intrgante. Si parte domenica prossima al Porta Elisa contro il Piacenza, per proseguire poi nel turno infrasettimanale di mercoledì 4 a Cuneo e chiudere in bellezza (almeno lo si spera) domenica 8 ottobre (ore 14,30) nell’attesissimo derby col Pisa (indetta la giornata rossonera) che torna dopo due anni e dopo la fugace e sfortunata parentesi dei neroazzurri in serie B,. Ecco quelle suddette saranno tre partite che davvero misureranno la febbre alla Lucchese. Cinque o sette punti sarebbero bottino sontuoso anche se è diffficile azzardare pronostici nè tantomeno fare tabelle. Chiaro che, considerando le gare così ravvicinate e tutte particolarmente difficili, Lopez potrebeb affidarsi anche ad un pò di turn over, magari senza esagerare..

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.