Azimut Benetti trasferisce a Livorno gli uffici: lavoratori viareggini in sciopero

VIAREGGIO - Da 40 a 50 lavoratori della Azimut-Benetti saranno trasferiti in tempi brevi da Viareggio a Livorno. E' questo l'annuncio choc dato dal colosso della nautica alle rappresentanze sindacali durante un incontro martedì pomeriggio. Lo denuncia Fiom-Cgil di Lucca e provincia.

-

https://youtu.be/-Zovm7Q_xh0
Secondo l’azienda saranno spostati: l’ufficio tecnico, l’ufficio amministrativo, l’ufficio commerciale, l’ufficio marketing. Resterà unicamente un presidio a supporto della produzione e il tutto avverrà in tempi brevi.
Inoltre entro fine ottobre il consiglio di amministrazione delibererà la divisione societaria tra Azimut e Benetti, segnando la discontinuità dei marchi e delle produzioni, con la definitiva assegnazione del ruolo centrale di Livorno per il marchio viareggino.
Una prospettiva inaccettabile alla quale ci opporremo con tutte le nostre forze” – è il commento di Fiom Cgil Lucca Versilia. “Una prospettiva miope che indebolisce Viareggio delle sue competenze e la relega a rimanere solo un luogo di produzione, fintanto che non verrà deciso diversamente.
Oggi infatti la situazione a Livorno con un carico di lavoro importante (3 gigayacht oltre i 100 mt) non permette scelte produttive diverse, ma per il futuro niente può essere dato per scontato.
Inevitabili i disagi per i lavoratori che lasceranno la darsena viareggina per quella livornese. Per respingere quella che viene definita una soluzione sbagliata che cancella il patrimonio storico e occupazionale di Viareggio, è stato indetto da subito lo stato di agitazione e proclamato un pacchetto di ore di sciopero. Previsto per giovedì mattina un picchetto fuori dalla sede dell’azienda.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento