Gesam, Tambellini: “Non è una svendita; i lavoratori possono stare tranquilli”

LUCCA - La vicenda promette di essere tutt'altro che conclusa e di far discutere ancora per molto tempo. Parliamo della delibera del consiglio comunale di Lucca che ha dato il via al percorso di scissione di Gesam.

-

 

In sostanza, il Comune di Lucca venderà completamente “Gesam Gas e Luce” perché ritenuta società che svolge esclusivamente attività di natura commerciale. Inoltre cederà il 2% di Gesam Spa, allo stesso tempo ripendendo a sè, sotto la Lucca Holding, i servizi cimiteriali, la Gesam Energia che si occupa dell’illuminazione pubblica e degli impianti termici degli edifici comunali.

“Non c’è alcuna svendita – ha ribadito ai nostri microfoni il sindaco Tambellini -, ma solo passaggi obbligati per legge”.

Ma è proprio su questo punto che si basa la battaglia delle forze di opposizione, convinte che il Comune stia prendendo un abbaglio, in particolare sulla vendita di Gesam Gas e Luce. Durante il consiglio comunale di venerdì la minoranza ha presentato anche alcuni pareri legali, non considerati dalla maggioranza che ha votato gli ordini del giorno stabiliti. E ora annuncia “opposizione” in altre sedi opportune. Nel frattempo l’amministrazione Tambellini va avanti e anche sul fronte delle preoccupazioni espresse dai lavoratori, il primo cittadino non ha dubbi.

“I lavoratori rientreranno tutti sotto l’ala del Comune, dunque non c’è nulla di cui preoccuparsi. Abbiamo fornito tutte le garanzie necessarie”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento