Piazza Dante: dopo il coprifuoco arriva lo stop alle bottiglie in vetro

VIAREGGIO - Stop alla vendita di bevande in vetro in piazza Dante. Il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha firmato un’ordinanza che impone alle attività di somministrazione di alimenti e bevande di utilizzare esclusivamente bicchieri e contenitori in carta, plastica e lattine durante l’orario di apertura degli esercizi stessi.

-

Si tratta in tutto di 10 esercizi, compreso il bar della stazione, tutti in piazza Dante e nelle zone limitrofe. In sostanza non si potrà somministrare né vendere o distribuire bevande alcoliche e non, in contenitori di vetro, per tutto il periodo che va da sabato 14 ottobre fino al 31 dicembre 2017, pena una sanzione amministrativa di 300 euro.

E’ il secondo provvedimento eccezionale preso a Viareggio per arginare i fenomeni di violenze alla stazione, da sempre preda di risse sanguinose tra extracomunitari, l’ultima il 30 di agosto con un nordafricano finito in ospedale in gravi condizioni. Bottiglie spesso usate come vere armi.

Un anno fa esatto era stato il commissario prefettizio Fabrizio Stelo a firmare un’ordinanza che imponeva la chiusura in orario serale e notturno degli esercizi del piazzale.

“Una misura di carattere preventivo necessaria”  – ha commentato l’assessore alla libertà urbana Maurizio Manzo, che assicura controlli regolari da parte delle forze di polizia. Vedremo se la misura sarà efficace come fu l’ordinanza di un anno fa rimasta in vigore fino a marzo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento