Arrestato il rapinatore seriale delle tabaccherie

VIAREGGIO - Aveva rapinato due tabaccherie viareggine lo scorso novembre, minacciando i titolari e seminando paura per poi rimanere vittima di un incidente stradale. Dopo un mese di cure in ospedale è stato arrestato dal Commissariato di Polizia di Viareggio un tunisino di 33 anni.

-

L’uomo aveva precedenti ed è ritenuto dagli agenti del Commissariato di Polizia di Viareggio il colpevole dei due violenti episodi che avevano scuscitato tanto clamore, avvenuti nel tardo pomeriggio del 23 e 24 novembre in due tabachini, in centro e in via di Montramito. Le due donne titolari erano state violentemente aggredite e minacciate, anche con un cacciavite. Una volta immobilizzate, l’aggressore si era impadronito degli incassi per  circa 1500 euro.

A portare gli investigatori sulle tracce del nordafricano, oltre alle testimonianze raccolte, sono state le immagini estrapolate da una videocamera di sorveglianza installata vicino ad una delle tabaccherie.

Ma a è stata soprattutto la sfortuna a incastrare definitivamente il fuggitivo, rimasto vittima poche ore dopo i furti di un incidente stradale sulla via Aurelia a Migliarino Pisano, a bordo dello scooter con cui era fuggito e che i poliziotti stavano cercando. Viste le condizioni di salute dovute alle ferite riportate, per procedere con il fermo è stato necessario attendere il recupero fisico dell’uomo, ricoverato all’ospedale di Pisa. Nel frattempo il Gip ha disposto il carcere. Solo ieri i medici hanno dato l’ok al trasferimento alla casa circondariale pisana.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento