Prolungata l’allerta meteo rossa fino alle 6 di martedì

LUCCA - Fiume Serchio sorvegliato speciale, smontamenti e disagi per l'interruzione di numerose linee elettriche. Il bilancio dell'ondata di maltempo da allerta rossa è nel complesso positivo. Buona la tenuta dell'intero reticolo idraulico, i disagi maggiori causati dal vento.

-

E’ stata prolungata fino alle 6:00 di martedì mattina l’allerta rossa per le zone nostro territorio corrispondenti al bacino del Serchio-Garfagnana-Lima e al bacino del Serchio di Lucca. Al momento la maggior parte delle precipitazioni si è concentrata nella serata di domenica, causando disagi nella zona di Marlia e sulla via di S.Alessio, per la quale era stata ipotizzata la chiusura, poi non resasi necessaria. Nel complesso comunque il reticolo idraulico minore sta reggendo abbastanza bene in tutta la piana. Ma il vero sorvegliato speciale è ancora il Serchio, a causa delle intense precipitazioni che si sono abbattute sulla mediavalle e l’innalzamento delle temperature che hanno sciolto la neve caduta nella mattinata di domenica. Il livello del fiume però, seguito dal controllo pluviometrico dell’Autorità di Bacino, non è mai stato a livelli critici. A creare i disagi maggiori è stato il vento, con alberi caduti su strade e linee elettriche interrotte, come a Porcari, dove un cavo dell’alta tensione si è staccato dalla linea che passa sopra la rotonda del Ginesi, dove per tutta la mattinata i tecnici hanno lavorato per ripristinare l’energia elettrica alle circa 700 utenze collegate. Numerosi i piccoli smontamenti in tutta la Valle del Serchio, dove nel comune di Barga una famiglia è stata fatta evacuare dalla propria abitazione in maniera precauzionale .

Lascia per primo un commento

Lascia un commento