Tributi non pagati: 20mila cartelle in arrivo

VIAREGGIO - Lotta all'evasione tributaria da parte di I Care. In queste ore la società in house del Comune ha inviato in tutto quasi 17.000 accertamenti e oltre 2.600 ingiunzioni. Le notifiche stanno arrivando in questi giorni.

-

L’ufficio tributi del comune di Viareggio, oggi in gestione ad I Care, ha chiuso in questi giorni l’attività tributaria concentrata nel controllo dei dati relativi all’accertamento e riscossione dei tributi comunali a rischio prescrizione.

L’intento di I Care, società incaricata dal comune delle riscossioni, non è quello di opprimere e vessare i cittadini. L’operazione compiuta si è resa necessaria per il benessere comune a tutela dei tanti abitanti che assolvono i propri obblighi tributari. Se da un lato pagare le tasse è un dovere per tutti, sanzionare chi non le paga è un diritto che l’amministrazione deve tutelare e garantire proprio a chi fa fino in fondo il proprio dovere.

I dettagli dei provvedimenti adottati da I Care per conto del comune, sono contenuti in una nota inviata oggi agli organi di informazione. La società, nell’intento di migliorare la propria attività di servizio al cittadino anche nella particolare gestione delle suddette pratiche , fa sapere che sono a disposizione degli utenti sul sito www.icareviareggio.it, alla sezione “Tributi”, tutte le modulistiche necessarie per effettuare le attività di rettifica/annullamento in autotutela o le attività di reclamo mediazione, che possono essere scaricate e inviate ad I Care. Le istanze saranno processate informaticamente e, in caso di errore da parte dell’ente emittente, I Care procederà ad inviare direttamente la rettifica o l’annullamento dell’atto inviato.

Da gennaio 2018 si tornerà poi ad una “normale” gestione tributaria, basata sulla correttezza dei dati nel rispetto delle scadenze e delle regole

Lascia per primo un commento

Lascia un commento