Cava di Cardoso ferma: operai in ferie forzate

STAZZEMA - Da quasi 13 mesi la Vincenti Srl è in attesa di un'autorizzazione per poter procedere all'estrazione del pregiato marmo Cardoso destinato alla maxi commessa dell'Università Bocconi di Milano.

- 1

Una situazione di stallo che ha già costretto i titolari della storica azienda di Stazzema  a mettere in ferie forzate tre dipendenti con il rischio per gli altri nove della cassa integrazione nelle prossime settimane. La Vincenti Srl –  che estrae e lavora in loco con una filiera tutta stazzemese – è in attesa dallo scorso giorno di ottenere il via libera ad una variante che le consentirebbe di estrarre il materiale buono del bacino. Variante che dal Comune tarda ad arrivare. A sostenere la battaglia dei lavoratori è l’associazione “Stazzema 360°”.

Invitato dai titolari dell’azienda a visitare le cave anche Massimo Mallegni, ex sindaco di Pietrasanta candidato al Senato, che ha sollecitato l’amministrazione a sciogliere il nodo quanto prima per non mettere rischio le famiglie dei lavoratori.

 

 

 

 

Commenti

1


  1. … il Cardoso è una pietra non un marmo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.