Marcucci: “M5S avanti nei sondaggi? Ma al voto conteranno i candidati”

LUCCA - Alle prossime elezioni, grazie all'introduzione dei collegi uninominali, conterà la qualità dei candidati: e su questo il Pd può fare la differenza rispetto al Movimento 5 Stelle. Lo ha detto il senatore Andrea Marcucci (Pd) a NoiTv.

-

“I  sondaggi vengono fatti in generale e non tengono conto delle candidature”, ha detto Marcucci commentando il fatto che il M5S è davanti al Pd nelle rilevazioni. “Con i collegi uninominali gli elettori possono tornare a scegliere le persone, sapere chi sono e cosa hanno fatto per i loro territori. E su questo il Pd può fare la differenza”. Il senatore, intervenuto alla trasmissione “Verso il voto” ha aggiunto che Il Movimento 5 Stelle ha aumentato i consensi soffiando sul fuoco della paura e dell’incertezza provocate dalla crisi economica, poi però ha dimostrato di non saper amministrare le città. “Noi invece – ha concluso – possiamo presentare una classe dirigente che sta portando l’Italia fuori dalla crisi e può accompagnare il Paese in una fase di sviluppo e di rilancio”.

Marcucci ha inoltre sottolineato il notevole volume di finanziamenti ottenuti dal governo a favore del territorio lucchese per infrastrutture e cultura, ad esempio le mura di Lucca o le rocche della Valle del Serchio “perchè ci siamo fatti trovare con i progetti pronti grazie al lavoro di sintesi fatto con i sindaci “, ha detto. E ha negato che si tratti solo di annunci elettorali. “L’Italia è un paese di burocrazia e tra uno stanziamento di fondi e l’apertura di un cantiere possono passare diversi mesi. Ma i soldi ci sono e le opere si stanno vedendo”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento