Aspettando Gene Gnocchi ecco “Taci”, l’opera lirica più breve del mondo

LUCCA - Si può condensare un';opera lirica in una manciata di secondi? Il compositore lucchese Girolamo Deraco lo ha fatto, ha sfidato i canoni convenzionali e ha scritto una rappresentazione scenica che risponde perfettamente alle regole del melodramma con un’azione drammatica, una cantante, un’orchestra e un direttore.

-

Tutto racchiuso in soli otto secondi. “Taci”, l’opera lirica più breve del mondo, è andata in scena venerdì sera al Teatro del Giglio, nell’ambito della manifestazione “Dillo in sintesi – Festival delle brevità intelligenti”. L’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto diretta dal maestro Diego Sánchez Haase e il soprano Maria Elena Romanazzi sono stati protagonisti della prima esecuzione lucchese del ‘minimodramma’ per voce e orchestra. Una guida all’ascolto condotta e “provocata” dal musicologo Renzo Cresti. Insieme a lui, Girolamo Deraco, il compositore Luigi Esposito, il soprano Romanazzi e il direttore Sánchez Haase hanno dialogato con il pubblico per raccontare come nasce e come si affronta l’esecuzione di un’opera come “Taci”, in cui si ambisce al massimo significato musicale nel minor tempo possibile. Sabato pomeriggio il Festival delle Brevità intelligenti ha vissuto un altro appuntamento importante con “i cento libri che rendono più ricca la nostra vita”. Protagonista Piero Dorfles, giornalista e critico letterario e co- conduttore della trasmissione televisiva “per un pugno di libri”. Tra i momenti-clou della manifestazione va annoverato quello di domenica pomeriggio con Gene Gnocchi in “Sconcerto Rock Festival 2018” . Accompagnato alla chitarra da Diego Cassani il noto comico e conduttore televisivo si esibirà nella doppia veste di cantante e attore. Gnocchi porta a Lucca il suo nuovo spettacolo musicale al termine del quale racconterà al pubblico il suo rapporto con la sintesi nel teatro, in televisione e nella scrittura.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento