Elezioni, su NoiTv confronto a sei per il Senato

LUCCA - Hanno partecipato in sei al confronto tra i candidati al Senato nel collegio uninominale Toscana 5 promosso da Noitv in collaborazione con Lucca in Diretta, andato in onda ieri sera.

-

Non si sono presentati i rappresentanti del Movimento 5 Stelle, Potere al Popolo, Partito Comunista e Popolo della Famiglia. C’erano invece Luca Baccelli di Liberi e Uguali, Riccardo Bergamini di Casapound, Massimo Mallegni candidato del centrodestra e Andrea Marcucci del centrosinistra. Presenti anche, in rappresentanza degli effettivi candidati, Emiliano Mari per la lista “Italia agli italiani” e Domenico Marsili della lista “Per una sinistra rivoluzionaria”.

I candidati presenti si sono confrontati sui bisogni del territorio, la ripresa economica, la sicurezza e la sanità. Mallegni e Marcucci si sono punzecchiati ma sempre mantenendo le distanze. L’ex sindaco ha sottolineato la sua esperienza da amministratore pubblico sul campo, il senatore ha rimarcato i risultati raggiunti dal governo lungo il percorso per portare il paese fuori dalla crisi. Dal canto suo Baccelli ha detto che c’è bisogno di ricostruire una forza di sinistra credibile nel paese. Bergamini e Mari hanno attaccato in particolare sui temi della sicurezza, dell’immigrazione e dell’Europa, sia pure con sfumature diverse. Marsili ha auspicato un governo nel quale possano comandare i lavoratori.

A movimentare la serata ci ha pensato soprattutto Mari che in un suo intervento ha definito “cannibali” gli immigrati in Italia. Cosa che ha provocato la reazione di Baccelli: “chiedo all’esponente della formazione fascista di rimangiarsi quell’oscena parola”. ha detto il candidato di Liberi e Uguali. Ma Mari ha replicato che in Nigeria ci sono tribù che praticano il cannibalismo e ristoranti in cui viene servita carne umana.

Venerdì prossimo, sempre su NoiTv, confronto tra i candidati alla Camera nel collegio uninominale Toscana 9.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.