La Regione convoca i vertici Azimut-Benetti

FIRENZE - Vertice tra Regione Toscana e sindacati oggi presso l'unità di crisi. I trasferimenti dei dipendenti da Viareggio a Livorno, le ipotesi di cessione (considerata vicina) sono stati i temi messi sul tavolo dai sindacati.

-

“E’ stato un incontro importante – spiega Nicola Riva della Fiom Versilia. “La Regione entro i prossimi giorni convocherà l’azienda per fare luce sulle prospettive industriali dei siti toscani. Purtroppo abbiamo dovuto registrare l’assenza, anche stavolta, dell’amministrazione comunale viareggina”.
“Riteniamo molto discutibile il modello produttivo intrapreso da Azimut Benetti – continua Riva – per quanto riguarda le ricadute occupazionali e gli sviluppi societari, compresa l’ipotesi di cessione che pare ormai vicina, una possibilità ben nota anche negli ambienti istituzionali”.
“I trasferimenti annunciati appaiono ancora di più un’esigenza strumentale ad una strategia che rischia di mutare la fisionomia di Azimut Benetti a Viareggio e non solo”.
Erano presenti all’incontro Gianfranco Simoncini, consigliere al Lavoro delegato del Presidente, Paolo Tedeschi capo segreteria, Massimo Braccini segretario della Fiom Cgil Toscana, Giacomo Saisi segretario responsabile Uilm-Uil area Nord Toscana, Franco Rossi per la Uilm-Uil di Livorno, Narcisa Pellegrini per la Fim-Cisl Toscana Nord.
“Per la Regione” – ha dichiarato Simoncini – è fondamentale, ha ribadito, che questa importante realtà produttiva possa continuare nella sua crescita, confermando la sua presenza sul territorio.”
Massimo Braccini ha ribadito che sul rilascio delle concessioni demaniali, rispondono tutte le istituzioni ai vari livelli, ad iniziare dalla Regione Toscana e che “come Fiom Cgil, avvieremo una propria e vera vertenza Nautica Toscana”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.