Ora la salvezza diretta della Lucchese passa dal fattore-Porta Elisa

CALCIO C - La bellissima vittoria nel derby di Pisa ha esaltato l'ambiente della Lucchese ma adesso viene il difficile. I rossoneri sono infatti attesi da due gare interne consecutive contro Pistoiese e Gavorrano. Si tratterà di confronti diretti nei quali sarà assolutamente vietato sbagliare. D'ora in avanti si giocherà quasi sempre di sabato.

-

Grande la vittoria di Pisa. Nulla da obiettare, ma il bello o il difficile fate voi, per la Lucchese arriva adesso. I titoloni e gli applausi peraltro strameritati per l’impresa dell’Arena Garibaldi, tanto più esaltante perchè il pronostico era nettamente contrario, devono essere messi da parte anche se resteranno indelebili e ben stampati nella mente di tutti. Il campionato va avanti e i tre punti di Pisa hanno dato ossigeno alla classifica ma non hanno d’incanto già risolto tutti i problemi.

Allora vediamola questa benedetta classifica che vede la Lucchese a quota 30 punti. Dietro ci sono cinque squadre ma il vantaggio sulle quart’ultime è risicato e il Pro Piacenza ha già riposato. Questo al netto della drammatica situazione-Arezzo.

Insomma, la via della salvezza-diretta e’ ancora lunga e lastricata di mille difficoltà. Riteniamo invece che sarà determinante il fattore-Porta Elisa. Delle restanti dieci partite infatti la Lucchese ne giocherà ben sei in casa, sul proprio campo. Ed è lì che Fanucch & C. dovranno trovare i punti della…tranquillità. A cominciare dalle prossime due gare che vedranno salire a Lucca nell’ordine Pistoiese e Gavorrano. Pensate che all’andata la Lucchese raccolse un solo punto (2-2 a Pistoia) mentre subì una clamorosa sconfitta (0-1) sul campo del Gavorrano. Curiosità finale. A guidare le due compagini suddette due tecnici ex-rossoneri Paolo Indiani e Giancarlo Favarin. Entrambi hanno lasciato un ottimo ricordo da queste parti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento