Campo di Marte, il sindacato Uil lancia l’allarme sicurezza

LUCCA - Allarme sicurezza per i dipendenti del Campo di Marte. A lanciarlo è il sindacato Funzione pubblica della Uil, chiedendo l'intervento della Asl e citando due episodi che sarebbero avvenuti nei giorni scorsi.

-

Alcuni giorni fa, intorno alle 17, una dipendente sarebbe stata seguita da una persona in bicicletta con passamontagna e, solo grazie alle urla della stessa il male intenzionato avrebbe desistito da uno scippo. Sabato 24 febbraio invece due dottoresse della guardia medica sono state oggetto di aggressione nel loro ambulatorio e sono state costrette a rinchiudersi e chiamare le forze dell’ordine.

“Tutto questo –  spiegano il segretario provinciale della Funzione pubblica Uil, Pietro Casciani, e Giancarlo Pucci della segreteria aziendala – è dovuto anche al fatto che la portineria della Cittadella della Salute non è presidiata da nessun operatore né nel fine settimana né durante tutti i pomeriggi. Un presidio costante potrebbe rivelarsi invece un ottimo deterrente per limitare questi episodi.

Il sindacato denuncia che al piano terra del padiglione C dorme una persona che spesso apostrofa in malo modo gli operatori. Oltre a ciò, ogni varco di accesso è presidiato da persone che chiedono elemosina con fare insistente creando disagio a utenti e dipendenti.

Casciani e Pucci chiedono quindi di istituire una vigilanza permanente all’interno dell’ex presidio ospedaliero negli orari di afflusso sia dell’utenza sia degli operatori, dalle 7 alle 19. “Crediamo – concludono i sindacalisti – che garantire la minima sicurezza all’interno del Presidio sia un preciso dovere aziendale sia nei confronti dei propri dipendenti che dei cittadini”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento