Scemo chi legge… se al volante guardi il cellulare!!!

CAPANNORI - Una persona al volante che chatta con qualcuno su Whatsapp e un messaggio chiaro che affianca questo comportamento: scemo chi legge. E’ questo il primo manifesto della campagna sulla sicurezza stradale, fortemente voluta dal sindaco di Capannori Luca Menesini.

-

La campagna è realizzata dalla società di comunicazione Net7 di Pisa, e rende il Comune di Capannori uno dei primi Comuni in Italia a scegliere di promuovere la sicurezza stradale attraverso l’educazione al rispetto delle regole del codice della strada.
La campagna è articolata su tre concetti chiave che possono causare incidenti stradali: la distrazione, l’utilizzo di mezzi poco visibili e la velocità.
Il primo manifesto è appunto incentrato sulla guida distratta, e tratta soprattutto dell’uso del cellulare come causa di incidenti e sarà affisso a Capannori a partire dal 2 maggio.
Il secondo manifesto raffigura un ciclista in uno sfondo blu scuro, come la notte, con la scritta “Di notte tutti i ciclisti sono neri”, con l’obiettivo di ricordare l’importanza di utilizzare il giacchetto catarifrangente, soprattutto se la bicicletta con cui uno si muove non è dotata di tutti i dispositivi di segnalazione presenza. Il terzo manifesto, infine, è composto da una persona al volante con il pino dell’Arbre Magique attaccato allo specchietto, dal quale si vedono gli alberi che costeggiano la strada che lauto sta percorrendo. Accanto a questa immagine la scritta: “Non correre: salva un albero”, che è un modo diverso per dire di rispettare i limiti di velocità per salvare la propria vita e la vita degli altri.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento