La prima di Lorenzo Grassini, il presidente del sorriso e… dei sogni

CALCIO C - Prima conferenza stampa da presidente del nuovo numero uno della Lucchese, Lorenzo Grassini, il 31esimo presidente della storia rossonera ha dispensato sorrisi e ha garantito il massimo impegno per rilanciare la Pantera ai livelli che le competono. Ancora tanta emozione ma la determinazione che gli deriva anche dal grande affetto dei tifosi.

-

Stavolta non è puntualissimo, arriva intorno alle 12,10, ma è sempre elegante. Si presenta così in un caldo venerdì di inizio giugno Lorenzo Grassini, neo presidente della Lucchese, il 31esimo della lunga storia del sodalizio rossonero. Ai suoi fianchi il Direttore Generale Fabrizio Lucchesi e l’amministratore Delegato Gianni Ferruzzi, uomini di assoluta e totale fiducia dell’imprendtore di Colle Val d’Elsa. L’uomo dei conti e l’uomo di calcio. Grassini pare ancora visibilmente emozionato e anche un pò stanco dopo una lunga telenovela che pareva non finissse mai. Ringrazia tutti: dalla famiglia, moglie e figlio che stavolta non erano presenti, ai tifosi e anche Arnaldo Moriconi, ovvero colui che alla fine gli ha ceduto la Lucchese. Promette tanto lavoro e programmi ambiziosi anche se con i tempi giusti, ma la serie B è un obiettivo. Sfatando l’antico motto decoubertiano Grassini si dice pronto per una sfida vincente:

Ma il neo presidente ha mai pensato a mollare tutto ?

Molta curiosità, solo parzialmente appagata per le questioni tecniche che sono il pane qutidiano di Lucchesi. DI certo entro una decina di giorni conosceremo il nome del nuovo allenatore che avrà il profilo di un tecnico esperto che deve costruire una squadra e amalgamare un gruppo quasi completamente nuovo. Poche parole anche per l’amministratore delegato Gianni Ferruzzi che si è limitato ad un semplice ma quantomai beneaugurante “Forza Lucchese”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.