Soldi distratti da fallimento, imprenditore nei guai

LUCCA - La guardia di finanza ha eseguito il sequestro preventivo di una "polizza vita" del valore di circa mezzo milione di euro intestata, tramite schermatura fiduciaria, a Marco Potenti imprenditore lucchese la cui società che operava nel settore bricolage è stata dichiarata fallita dal tribunale a fine 2015.

-

Il provvedimento è stato emesso dal gip di Lucca, su richiesta della procura. La somma sarebbe pari al denaro che l’imprenditore, indagato per bancarotta fraudolenta e autoriciclaggio, avrebbe distratto dai conti della società. Dalle indagini sarebbe emerso che nel dicembre 2017 aveva smobilizzato parte della ‘polizza vita’ spostando l’importo in una banca a Malta per reimpiegarlo in attività economiche di quel Paese. A monte c’è una vicenda di fallimento di una societa’ di cui l’imprenditore indagato era amministratore e a cui facevano capo aziende titolari di negozi di bricolage in tutta Italia. Le investigazioni, hanno consentito di appurare come l’imprenditore avesse distratto circa mezzo milione di euro dai conti della società, con una serie di operazioni bancarie tali da essere lui stesso, alla fine di una serie di passaggi, il destinatario finale delle risorse. In tal modo, veniva aggravato lo stato di insolvenza della società provocandone di fatto il successivo fallimento. A tutela dei creditori, pertanto, la procura ha chiesto al gip di poter operare un sequestro preventivo su una somma pari a quella uscita dal patrimonio societario.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.