“Prima e dopo la biennale del ’68”: Gianfranco Ferroni in mostra a Palazzo Mediceo

SERAVEZZA - Anno 1968: spartiacque fra due epoche e momento di svolta nella storia personale e artistica di uno dei più validi pittori italiani del secondo 900. E' il punto focale della mostra “Gianfranco Ferroni, prima e dopo la Biennale del '68, tutto sta per compiersi" a cura di Nadia Marchioni, presentata a Palazzo Mediceo di Seravezza

- 1

La mostra con oltre 100 opere traccia una esauriente sintesi dell’arte del pittore livornese, resterà aperta fino al 16 settembre. L’artista è presentato in catalogo da Vittorio Sgarbi
Oltre ai dipinti, in esposizione anche alcuni scatti fotografici inediti di Ferroni , testimonianza della sua ricerca.

Commenti

1


  1. Un artista del 900 da non perdere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.